closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Ancora quattro morti nella guerra del lavoro

Omicidi Bianchi. Operai, artigiani, piccoli imprenditori: la strage sui luoghi di lavoro non si ferma mai. Maurizio Landini: «Dall’inizio dell’anno i morti sono stati più di 200. Prevale ancora una cultura che vede nella salute e nella sicurezza non un investimento ma un costo, e si continua a morire come si moriva cinquant’anni fa». I sindacati di base: «Non bastano le leggi ed i protocolli sulla sicurezza, se poi non vengono applicati per mancanza di volontà, di corsi di formazione, e di ispettori che controllino il rispetto della normativa»

Una manifestazione contro gli omicidi bianchi

Una manifestazione contro gli omicidi bianchi

In giorno, due operai e due piccoli imprenditori che non sono tornati a casa dai loro cari. «Questa sorta di bollettino di guerra quotidiano è inaccettabile», fotografa Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil. Eppure si va avanti così, alla media spaventosa di tre morti al giorno, festivi compresi, senza contare gli infortuni non mortali ma spesso invalidanti. La prima vittima al mattino nel porto di Livorno, alla Calata Carrara, dove è attraccato il traghetto Moby Kiss per lavori di manutenzione. Durante queste operazioni Vincenzo Langella, 51 anni, di Torre del Greco, addetto diretto della Moby, stava effettuando delle manovre alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.