closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Anche McCain lascia il letto d’ospedale per il Trump Care

Sanità Usa. Si riapre per un voto al Senato la partita con cui i repubblicani intendono demolire la riforma sanitaria di Obama. Per il presidente «è un grande passo»

New York, protesta contro i propositi di Trump di rovesciare l’Obamacare

New York, protesta contro i propositi di Trump di rovesciare l’Obamacare

Con 51 voti favorevoli e 50 contrari, il Senato americano ha deciso di riaprire il dibattito sulla riforma sanitaria voluta da Obama. Per riuscirci è stato necessario il voto del vice presidente Mike Pence che grazie al suo ruolo presiede anche all’attività del Senato e, in caso di paritá, ha diritto di esprimere il voto decisivo; oltre al voto di Pence è stata fondamentale la presenza di John McCain, il senatore dell’Arizona a cui due settimane fa è stato diagnosticato un tumore al cervello. «McCain ha letteralmente lasciato il suo letto di ospedale per votare una legge che toglierá ad altri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.