closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Anche a Pistoia si spara ai migranti

Italia che odia. "Si sono avvicinati due uomini in bici e mi hanno urlato 'sporco negro, bastardo'. Poi ci sono stati i botti, forti". Il giovane gambiano Buba Ceesay nel mirino dei razzisti. Due colpi di pistola, un bossolo recuperato. La questura: "Una scacciacani probabilmente modificata". Ceesay è uno dei "ragazzi di don Biancalani", alla comunità di Vicofaro, da un anno in polemica con Matteo Salvini. Il parroco denuncia: "Da quando lui ci ha postato sul suo account, non viviamo più".

Il giovane gambiano Buba Ceesay

Il giovane gambiano Buba Ceesay

“Stavo risalendo verso la parrocchia, si sono avvicinati due uomini in bici e mi hanno urlato 'sporco negro, bastardo'. Poi ci sono stati i botti, forti. Ho pensato che mi avessero sparato, e ho avuto paura. Loro lo possono fare di nuovo”. Dalla voce di Buba Ceesay, giovane gambiano ospite della parrocchia di Vicofaro a Pistoia, la dinamica di una aggressione razzista che è stata subito denunciata da don Massimo Biancalani, combattivo parroco da tempo in polemica con il titolare del Viminale, Matteo Salvini. Da quando, un anno fa, la buona idea di far fare un tuffo rinfrescante in piscina...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.