closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Ana Lily Amirpour, «la mia vampira in Iran»

Intervista. Parla la giovane regista il cui film d'esordio, «A Girl walks Home Alone at Night» - viene presentato oggi a Bari: «Amo Lynch, da quando ho cominciato ad appassionarmi al suo lavoro che ho capito che non ci sono regole nel fare cinema, non esistono luoghi a cui è proibito accedere»

Una ragazza torna a casa sola di notte: un’immagine di vulnerabilità e pericolo, l’incipit di una storia destinata a finire male in cui un predatore attende fra le tenebre. Nel film d’esordio di Ana Lily Amirpour - A Girl Walks Home Alone at Night - è però proprio la ragazza sola ad essere la predatrice in agguato, una vampira che ribalta le aspettative del titolo in un atipico horror movie iraniano. «Ciò che mi interessa di più in un personaggio è che non coincida mai con la propria apparenza - dice infatti la regista - Vediamo la protagonista, una ragazza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.