closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Amy Winehouse talento e mistero

Cannes 68. Luci e ombre per il film documentario di Asif Kapadia sulla cantante scomparsa presentato fuori concorso

Per difendere l’onore di Amy Winehouse, cantante e musicista, nel gennaio del 2008 scende in campo, con tutto il peso del suo prestigio, il mensile musicale britannico Mojo, la bibbia degli appassionati per eccellenza, dedicandole una magnifica copertina in bianco e nero. Presa d’assalto dai tabloid inglesi, la vita della musicista s’era trasformata in un inferno mediatico. Lo strillo di copertina non lascia adito a dubbi: «La musica è dove posso essere onesta». A distanza di quattro anni dal 23 luglio del 2011, quando fu ritrovata priva di vita nella sua casa, il rimpianto per tutto ciò che Amy Winehouse...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.