closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Amnesty: «Sconsiderato finanziare i guardiacoste libici»

Migranti in trappola. Il portavoce di Haftar: i gommoni partono dai porti controllati dal governo Serraj finanziato dall'Italia

«Sconsiderata», è così che Amnesty International giudica la strategia italiana ed europea di foraggiare con soldi, uomini e mezzi la Guardia costiera libica per salvare e intercettare le imbarcazioni di migranti sulla rotta del mediterraneo centrale, dove quest’anno si è registrato il record dei 2.070 morti in mare. Secondo Amnesty l’Unione europea ha creato così una «tempesta perfetta» - è questo anche il titolo del rapporto che l’organizzazione umanitaria ha diffuso ieri - mettendo di fatto i migranti in fuga dalle coste libiche in una doppia tenaglia. Da un lato infatti i profughi rischiano la vita in mare nei tentativi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.