closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Amnesty: rifugiati ancora in trappola

Conferenza sulla Libia. Amnesty International torna a denunciare i sistematici abusi nei centri di detenzione libici

Un centro di detenzione per migranti in Libia

Un centro di detenzione per migranti in Libia

A Palermo la situazione dei rifugiati in Libia non è in agenda. Ce la mette Amnesty che ieri è tornata a denunciare i sistematici abusi nei centri di detenzione libici. Stupri, torture, estorsioni sono la normalità per gli oltre 56mila rifugiati registrati dall’Unhcr. Per loro quasi nessun trasferimento: dei 3.886 reinsediamenti promessi da 12 paesi ne sono stati effettuati solo 1.140. «Le crudeli politiche attuate dagli Stati dell’Unione europea per impedire gli approdi sulle loro coste, insieme al loro insufficiente contributo in termini di percorsi sicuri che potrebbero aiutare i rifugiati a raggiungere la salvezza, significa che migliaia di uomini,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi