closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Amnesty accusa: «Bombe saudite contro le scuole»

Yemen. Secondo l'organizzazione internazionale, 6.550 bambini hanno abbandonato gli studi a causa dei raid, 1.8 milioni in totale quelli che non frequentano più. «Washington e Londra complici, vendono le armi al Golfo»

Gli effetti dei raid sauditi in Yemen

Gli effetti dei raid sauditi in Yemen

Non solo ospedali: nel mirino dei sauditi ci sono anche le scuole yemenite. La dura accusa alla coalizione anti-Houthi arriva dall'ultimo rapporto di Amnesty International, “I nostri bambini sono bombardati”: almeno cinque raid tra agosto e ottobre hanno avuto come target delle scuole a Sana'a, Hajjah e Hodeidah. Hanno ucciso 5 civili, ne hanno feriti 14 e hanno costretto 6.550 bambini ad abbandonare gli studi. Sono 1,8 milioni (il 34% del totale) i minori che non vanno a scuola da marzo, quando iniziò l'operazione “Tempesta Decisiva”: da allora mille istituti sono stati distrutti o danneggiati. Una strategia precisa e non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.