closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

America tra sport e intolleranza

Discriminazioni. La sfuriata di Victoria Williams contro il giudice di gara ha spinto l'opinione pubblica negli Usa a interrogarsi nuovamente sul sessismo e sulle forme più eclatanti di intolleranza che hanno portato alla nascita del movimento #metoo, ma anche la questione salari, sulle donne pagate meno degli uomini a parità di mansioni

Jesse Hernandez, il primo cheerleader maschio

Jesse Hernandez, il primo cheerleader maschio

La questione americana, tra sport e intolleranza. È un destino segnato dai primi passi (o tweet) della presidenza Trump, che si porta dietro un rapporto a dir poco controverso con lo sport a stelle e strisce, microcosmo che incide – eccome – sull’opinione pubblica. Non c’è un giorno in cui non ci sia legna sul fuoco delle polemiche. Ora si fa sentire la folta rappresentanza di innocentisti e colpevolisti sullo sfogo di Serena Williams nella finale degli Us Open contro l’arbitro, definito ladro, bugiardo e soprattutto sessista, tollerante con gli uomini in racchetta, molto meno con tenniste come la fuoriclasse...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.