closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Altro che ripresa: a dicembre negli Usa evaporati140mila posti di lavoro

Stati uniti. Dopo il Ringraziamento, i settori più colpiti sono il turismo e il tempo libero. Ma anche l'istruzione: 63mila impiegati tagliati dalle scuole private. La principale preoccupazione degli esperti è per i lavoratori a basso reddito che non possono fare telelavoro: potrebbero non riavere mai il loro impiego

Un cantiere negli Stati uniti

Un cantiere negli Stati uniti

Nel mese di dicembre gli Stati uniti hanno registrato 140mila posti di lavoro in meno, segno che la ripresa economica si sta fermando: solo il 55% dei posti di lavoro persi a marzo e aprile è tornato in attività e ci sono ancora 9,8 milioni di posti di lavoro che attendono di essere ripristinati. Il tasso di disoccupazione rimane al 6,7%, invariato rispetto al mese precedente, ha fatto sapere venerdì il Dipartimento del lavoro (prima della pandemia, il tasso di disoccupazione negli Stati uniti era del 3,5%). «Ciò che realmente guida l’economia è ancora il percorso del virus», ha detto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi