closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Alternanza scuola-lavoro: studenti costretti a pagare 200 euro per «formarsi»

Il caso. Accade in un liceo classico di Avellino. L’Unione degli Studenti: «La formazione non ha prezzo. Vogliamo formarci, non essere sfruttati»

Ad Avellino gli studenti pagano fino a 200 euro per partecipare a un programma di «alternanza scuola-lavoro». È la denuncia dell’Unione degli Studenti (Uds) che ha ricevuto la segnalazione di un accordo tra un liceo classico della città campana e il dipartimento di biologia dell’università Federico II di Napoli. L’oggetto della formazione consiste in una serie di analisi dell’acqua. Al progetto hanno aderito gli studenti che non erano stati avvertiti di una contro-indicazione. Solo in corso d’opera, una volta attivato il percorso di alternanza, una circolare ha chiarito che devono versare dieci euro per gli incontri previsti. Per il sindacato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi