closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Allo Stato le scelte politiche contro la pandemia

La gestione dell'emergenza. La Corte costituzionale fissa i paletti nello scontro tra governo e regioni. Stabilendo che il quadro nazionale è il solo in grado di tutelare sia l'interesse della collettività che il diritto all'uguaglianza dei cittadini

Il palazzo della Consulta a Roma

Il palazzo della Consulta a Roma

Quando c’è da combattere una pandemia, la competenza centrale dello stato è l’unica «idonea a preservare l’uguaglianza delle persone nell’esercizio del fondamentale diritto alla salute e a tutelare contemporaneamente l’interesse della collettività». Lo scrive la Corte costituzionale nelle motivazioni delle sentenza con cui il 24 febbraio scorso aveva accolto il ricorso del governo contro la legge regionale della Valle d’Aosta. Regione che a dicembre 2020 aveva deciso di darsi regole contro il Covid alternative a quelle nazionali. La bocciatura da parte dei giudici costituzionali della fuga in avanti della Valle d’Aosta, che pure è una regione che gode di un’autonomia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi