closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Allerta Bruxelles

A un anno dagli attentati. La minaccia di ulteriori attacchi jihadisti resta alta. È sempre stato d’emergenza. Blindati e militari pattugliano la città. Oggi il corteo in partenza da Molenbeek

Manifestazione a Molenbeek

Manifestazione a Molenbeek

«Bruxelles non sarà più come prima» ha ribadito il primo ministro belga Charles Michel, esattamente come un anno fa, dopo gli attentati del 22 marzo 2016. A un anno di distanza dalle esplosioni all’aeroporto internazionale di Zaventem e alla stazione della metropolitana di Maelbeek che hanno provocato la morte di 35 persone e 340 feriti, la minaccia di altri attentati terroristici resta alta, anzi altissima. A confermarlo è il ministro degli esteri belga Didier Reydenrs che dai microfoni della radio pubblica Rtbf conferma che la «minaccia jihadista è sempre presente» aggiungendo che oggi «ci sono meno partenze di potenziali combattenti per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.