closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Allarme bomba, a Los Angeles chiudono le scuole

Stati uniti. Da Los Angeles giunge dunque l’ultima dimostrazione di come oggi nell’occidente in stato di assedio mentale, una telefonata minatoria ad una scuola possa, con la complicità dei media immediatamente scattati nel format emergenza, diventare un affare di stato.

È stato un brusco risveglio a Los Angeles quello dei genitori degli oltre 700.000 studenti che frequentano il secondo distretto scolastico d’America. Le autorità hanno annunciato che le scuole della città sarebbero rimaste chiuse a causa di una minaccia «credibile» ricevuta dalle autorità. Credibile ma vaga abbastanza da richiedere la perquisizione di oltre 900 istituti alla ricerca dello «zaino o pacco» esplosivo che sarebbe stato menzionato nella minaccia. La notizia, giunta alle prime ore del mattino, ha fatto andare di traverso la colazione al milione di persone che si sono ritrovate senza preavviso a cercare di sistemare i propri figli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.