closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Alga verde nel Po, veleno dem

Torino. Lontani dall’apocalisse romana, a Torino l’apice della conflittualità politica ruota attorno alle sorti della specie vegetale che ha reso verde le acque cittadine del Po. Infuria la polemica contro la sindaca Appendino, anche dopo l’intervento risolutivo dei militanti a Cinque Stelle armati di rastrello e stivaloni. E la saga continua

Il Po a Torino

Il Po a Torino

Come è lontana l’apocalisse romana da Torino. Quassù, in alto a sinistra, tutto ha un forma ortogonale, e la realtà che compone la vita degli uomini e delle donne è un linea retta come l’infinito corso Traiano che porta al campidoglio Fiat di Mirafiori. Il cataclisma grillino della capitale, qui, è un’eco lontana. L’energia cinetica degli ultimi venti anni del cosiddetto Sistema Torino procede nel nuovo corso politico torinese, nato dallo sventramento di un potere mal tollerato dalla città. Così le rivoluzioni non ci sono ancora state, anche perché in campagna elettorale non sono state promesse. Mentre Virginia Raggi affoga...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.