closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Alfa Romeo Arese, lavoratori uccisi dall’amianto, ingiustizia è fatta

Comunicato stampa. "Sul diritto alla giustizia per i 15 lavoratori dell'Alfa Romeo di Arese uccisi dall'amianto, respirato nel loro posto di lavoro, come tutte le consulenze e certificazioni,prodotte dall’Accusa Pubblica e Privata hanno dimostrato, è stata messa una pietra tombale e ingiustizia è fatta, per sempre

Milano, 9 luglio 2021. "Sul diritto alla giustizia per i 15 lavoratori dell'Alfa Romeo di Arese uccisi dall'amianto, respirato nel loro posto di lavoro, come tutte le consulenze e certificazioni,prodotte dall’Accusa Pubblica e Privata hanno dimostrato, è stata messa una pietra tombale e ingiustizia è fatta, per sempre!" E' quanto ha dichiarato Fulvio Aurora, responsabile delle vertenze giudiziarie di Medicina Democratica e di AIEA, Associazione Italiana Esposti Amianto sulla sentenza emessa ieri a tarda sera dalla Corte di Cassazione, IV Sezione Penale, presieduta da Salvatore Dovere, che ha confermato la sentenza assolutoria della Corte d’Appello di Milano, Sezione V Penale, emessa il 24 giugno del 2019. Le due associazioni, rappresentate dall'avvocata Laura Mara, parti civili nel processo avevano fatto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.