closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Alexi Zentner: «A rischio l’esperimento americano»

L'intervista. Dopo l'assalto a Capitol Hill, parla l'autore di «Il colore dll'odio», pubblicato da 66thand2nd, un romanzo che racconta il quotidiano di quell’America bianca intrisa di odio e violenza, ma anche di disperazione e senso di abbandono, che tanta parte sembra aver avuto nell’ascesa e nel successo politico di Donald Trump. «Quanto accaduto al Campidoglio è stato opera di «terroristi». Ma per Trump e i suoi sostenitori si tratta di «patrioti». Chi cresce immerso in una cultura del rancore fatica a smascherare la menzogna»

Lo scrittore Alexi Zantner

Lo scrittore Alexi Zantner

Alexi Zentner è uno scrittore canadese, nato nella regione dell’Ontario nel 1973, da tempo naturalizzato americano che dopo aver subito da ragazzo le violenze degli estremisti di destra, è cresciuto in una famiglia di attivisti antirazzisti ebrei, ha deciso di raccontare con Il colore dell’odio (66thand2nd, pp. 336, euro 18, traduzione di Gaspare Bona), il quotidiano di quell’America bianca intrisa di odio e violenza, ma anche di disperazione e senso di abbandono, che tanta parte sembra aver avuto nell’ascesa e nel successo politico di Donald Trump. A partire dal protagonista del romanzo, il diciassettenne Jessup, proveniente da una famiglia proletaria...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi