closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ucraina, al voto tra le cannonate

Ucraina. Nuovo attacco militare contro le regioni ribelli, mentre la Nato conferma il ritiro delle truppe russe dai confini. A Donetsk i filorussi occupano 4 miniere, 17 militari uccisi negli scontri a Lugansk

Filorussi di fronte a un checkpoint conquistato

Filorussi di fronte a un checkpoint conquistato

Morti, attacchi, mortai in azione e occupazioni, anche di miniere: in Ucraina è di nuovo tutto all’aria. Nonostante i tentativi dei giorni scorsi da parte di Russia - e ieri la Nato ha confermato il ritiro delle truppe di Mosca dai confini ucraini - e alcuni parlamentari di Kiev, senza il consenso di Svoboda e del Partito delle regioni, di consentire un allentamento della tensione e un quantomeno pacifico svolgersi delle elezioni di domenica, la situazione è tornata ad essere drammatica. Si combatte ancora a est, Kiev non rinuncia all’offensiva, anzi alcuni giorni fa, nonostante l’allentarsi dell’attenzione mediatica, ha annunciato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi