closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Al via le udienze del gabinetto Biden. E la «nuova» Cia dice no alla tortura

Stati uniti. I candidati ascoltati dal Senato ma per le conferme si dovrà attendere dopo l'inaugurazione per l'ostracismo trumpiano. E alla fine anche il leader repubblicano McConnell sbotta: «L’assalto incitato dal presidente»

Campidoglio fortificato in attesa dell'inaugurazione di Biden

Campidoglio fortificato in attesa dell'inaugurazione di Biden

Nell’ultimo giorno di presidenza Trump il leader dei repubblicani al Senato Mitch McConnell ha detto che gli insurrezionisti sono stati «nutriti di bugie» e «incitati dal presidente e da altre persone potenti». Intanto al Congresso era cominciata la corsa alle udienze di conferma per i candidati al gabinetto di Biden. Ad apparire davanti al Senato, sia virtualmente che in un Campidoglio blindato e fortificato, sono state le scelte per i vertici dei dipartimenti della sicurezza interna, del tesoro, degli esteri e della difesa. Le commissioni del Senato hanno ascoltato i candidati: Janet Yellen segretaria al tesoro, Avril Haines direttore dell’intelligence...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi