closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Al via la farsa elettorale in Libia, dopo il golpe oggi voto nel caos

Si vota oggi in Libia dopo il tentato colpo di stato dell’ex agente Cia Khalifa Haftar con i miliziani di Zintan, del maggio scorso. Sono le seconde elezioni parlamentari dopo il voto del luglio del 2012 che ha sancito la vittoria degli islamisti moderati, poi incapaci di costruire le istituzioni statali e di controllare i terminal petroliferi. I candidati sono 1700 per 200 seggi. Il voto sarà poco più di una farsa soprattutto in alcune regioni fuori controllo, come in Cirenaica (a Bengasi vige il coprifuoco notturno) e nel sud. Il presidente della Commissione elettorale, Emad al-Sayeh ammette che in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi