closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Al via il processo al sindaco leghista che augurò stupratori a casa di Boldrini

Savona. Matteo Camiciottoli alla sbarra per diffamazione. L’ex presidente della Camera: «Salvini prenda posizione»

«Potremmo dare gli arresti domiciliari degli stupratori di Rimini a casa della Boldrini, magari gli mettono il sorriso… Che ne pensate?». Da ieri l’hater Matteo Camiciottoli, sindaco leghista di Pontinvrea (Savna), che nel novembre 2017 scrisse questa frase sul proprio profilo Facebook, è a processo per diffamazione ai danni dell’ex presidente della Camera. «Non è facile per una donna sentirsi dire certe cose e non è stato facile per mia figlia sapere che qualcuno vorrebbe che sua madre venisse violentata - ha scritto in una nota Laura Boldrini che ieri ha assistito alla prima udienza del processo - Qualche giorno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.