closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Al pranzo di famiglia le contraddizioni della società marocchina

Cannes 71. Al Certain regard «Sofia», il bell'esordio di Meryem Benm'Barek

Sara Elmhandi e Hamza Khafif

Sara Elmhandi e Hamza Khafif

«Non volevo fare un film che parlasse della condizione della donna in Marocco solamente in quanto vittima del patriarcato sociale. Perché non credo si possa parlare del ruolo della donna nella società senza parlare della società medesima: il ruolo della donna è stabilito sulla base di un contesto socioeconomico», dice Meryem Benm’ Barek sulle note di produzione di Sofia, il suo affascinante film d’esordio, presentato nella sezione Un Certain Regard. Compatto, veloce, ricco di dosati colpi di scena e di una volontà continua di sovvertire gli stereotipi scavando nelle ragioni dei personaggi, Sofia inizia intorno al tavolo da pranzo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi