closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Al Bashir vola via. Così Zuma beffa Cpi e Corte Suprema

Sudafrica. Il presidente sudanese, a Johannesburg per un vertice dell'Unione africana, riesce a ripartire evitando l'arresto. Corte penale internazionale sempre più impopolare in Africa

Il presidente sudanese Omar al-Bashir

Il presidente sudanese Omar al-Bashir

Il presidente del Sudan Omar al-Bashir ha lasciato ieri il Sudafrica poche ore prima che la Corte Suprema di Pretoria si pronunciasse favorevolmente sulla richiesta di arresto avanzata nei suoi confronti dalla Corte Penale Internazionale (Cpi). Contro di lui pendono due mandati di arresto internazionali emessi nel 2009 e nel 2010 dalla Corte dell’Aja per crimini contro l’umanità, crimini di guerra e genocidio commessi durante il conflitto nella regione del Darfur. Il caso coinvolge direttamente le autorità sudafricane e rischia di creare un incidente diplomatico con la Corte Penale Internazionale, del cui Statuto di Roma il Sudafrica è Paese firmatario....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi