closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Air France: «no» dei dipendenti al referendum del presidente

Francia . Il presidente della compagnia aerea, Jean-Marc Janaillac, si è dimesso. Per aggirare la resistenza sindacale, aveva organizzato un referendum tra i 46.600 dipendenti. Che hanno detto "no" alla proposta di un aumento salariale del 7% su 4 anni. Chiedono +5,1% subito

Colpo di scena all’Air France: i lavoratori hanno respinto al 55,44% le proposte della direzione per un nuovo accordo salariale, con una partecipazione all’80% dei 46.600 dipendenti al referendum in linea organizzato dalla direzione dal 26 aprile a ieri. Il presidente, Jean-Marc Janaillac, si è dimesso. Janaillac aveva voluto aggirare la resistenza sindacale, attraverso il referendum tra i dipendenti. Ma il gioco d’azzardo non ha funzionato. La partecipazione è stata elevata e i dipendenti, non solo i piloti ma anche gli impiegati a terra, hanno respinto le proposte. Il risultato del referendum è arrivato ieri sera, al tredicesimo giorno di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi