closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Agonia dell’Unità: ancora dieci giorni

Editoria & Politica. Rinviata la decisione dei soci sul futuro dello storico quotidiano. I giornalisti: "Ci sono modi diversi di uccidere un giornale: farla finita con un taglio secco o che si spenga a poco a poco. Per noi hanno scelto la seconda opzione". Colloquio tra Renzi e il direttore Staino: "Era incazzatissimo perché l'ho chiamato cafone". L'ex premier ha confermato di non volere la liquidazione

Sergio Staino, direttore de L'Unità

Sergio Staino, direttore de L'Unità

L'agonia dell'Unità continuerà fino al 10 febbraio. L'assemblea tra il socio di maggioranza («Piesse» del gruppo Pessina e Eyu per conto del partito democratico) che avrebbe dovuto decidere ieri le sorti dello storico quotidiano è stata rinviata. Entro dieci giorni i soci si incontreranno per decidere se metterlo in liquidazione, rifinanziarlo oppure trasformarlo in un settimanale. Una nuova assemblea darà il responso. «Si è scelto di lasciar passare altro tempo senza dare risposte alla redazione che da mesi continua a porre domande precise e chieder garanzie per la sopravvivenza del quotidiano e il mantenimento dei livelli occupazionali – sostengono i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.