closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Agnese Toniutti, la sovversione sonora ama la leggerezza

Note sparse. Lontano dagli accademismi «Subtle Matters», il nuovo album della pianista friulana

Agnese Toniutti

Agnese Toniutti

Sono questioni delicate quelle che tratta Agnese Toniutti nel suo nuovo album, Subtle Matters (Neuma Records). Delicati (sottili) argomenti di musica contemporanea nata da modi di pensare lontani dagli accademismi. Questa pianista ama le tecniche insolite nell’esplorare l’universo timbrico del suo strumento. Sono state definite «tecniche estese» e per Toniutti sono mezzi dell’estensione esistenziale. Non territorialità, oltrepassamento dei confini. Un desiderio di sovversione sonora che predilige la leggerezza. Questioni delicate, appunto. GLI AUTORI di Toniutti sono stati Scelsi, Cage, Cardini. Nel suo itinerario di amabile eretica si affacciano oggi nel nuovo disco Lucia Dlugoszewski, Tan Dun e Philip Corner. Dichiariamo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi