closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Afrin sotto assedio. Erdogan convince gli Usa e si prende Manbij

Siria. Nel cantone curdo-siriano sono bloccati 350mila civili, intrappolati dall'esercito turco e i miliziani islamisti. Ankara annuncia l'accordo con gli Stati uniti per l'evacuazione delle Ypg/Ypj dalla città tra Aleppo e Kobane

Civili in fuga da Afrin

Civili in fuga da Afrin

Gli ultimi a entrare sono stati migliaia di sostenitori, da Rojava e dal Bashur, Kurdistan siriano e iracheno: due carovane sono arrivate lunedì per portare sostegno concreto. Poco dopo, Afrin è stata circondata su ogni lato: l’assedio è cominciato. Dentro la principale città del cantone curdo-siriano, oggetto dell’operazione militare turca «Ramo d’Ulivo», ci sono 350mila persone (un milione nel cantone), la metà sfollate da altre zone della Siria. Da Raqqa, Aleppo, Idlib, avevano trovato rifugio qui per ritrovarsi prigioniere di un’altra guerra. A combatterla attori simili con in testa la Turchia che dal 2011 finanzia e sostiene più o meno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.