closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Affonda barcone, tornano riflettori su profughi in Libano

Libano/Cipro. Trentotto 38 siriani e palestinesi tratti in salvo dalla Marina libanese ma un bimbo del campo profughi di Nahr al Bared (Tripoli) è annegato. Intanto Cipro cerca accordo con Beirut per rispedire indietro i "clandestini".

Due giorni fa l'Unhcr ricordava la vicenda di Zain Al Rafeaa il ‎piccolo rifugiato siriano che la regista libanese Nadine Labaki aveva ‎incontrato nelle strade di Beirut facendolo diventare protagonista ‎del film "Capharnaum" celebrato a Cannes. Il dramma della fuga ‎dalla guerra che si trasforma nel sogno di un futuro migliore, ‎addirittura nel cinema. Cercava con i suoi genitori un destino ‎migliore anche il bambino di cinque anni partito dal campo ‎palestinese di Nahr al Bared (Tripoli) di cui ieri sera non si ‎conosceva ancora il nome, annegato venerdì notte mentre su di un ‎barcone partito dal Libano cercava di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.