closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Adriana Lecouvreur, un’anima fassbinderiana nel debutto alla regia di Gianluca Falaschi

A teatro. Al teatro nazionale di Mainz l'opera di Francesco Cilea dal libretto di Arturo Colautti (1902)

«Adriana Lecouvreur» a Mainz (foto di Andrea J. Etter)

«Adriana Lecouvreur» a Mainz (foto di Andrea J. Etter)

«Tutti uscite e ogni soglia sia chiusa all’audace…». Appena Adriana Lecouvreur inizia il monologo dal Bajazet di Racine si accendono i riflettori e la macchina da presa comincia a girare, indugiando sul volto della protagonista. La regia di Gianluca Falaschi ricostruisce al Teatro di Mainz la vicenda di Adriana Lecouvreur nella Hollywood del ventennio fra le due guerre, intrecciando la riflessione sul mondo del palcoscenico, sul divismo, sull’effimero splendore delle luci della ribalta che ancora oggi sono forse uno dei portati più fascinosi dell’opera di Francesco Cilea e del libretto di Arturo Colautti (Adriana Lecouvreur, 1902). SENZA DETERMINARE un’ambientazione precisa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.