closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Adler, pittore del popolo

Ritratti. Il pittore ebreo che visse due guerre e la persecuzione antisemita nella Parigi occupata

Jules Adler, La Grève au Creusot, 1899

Jules Adler, La Grève au Creusot, 1899

La madre in nero sorregge un piccolo monello con un vestito rosso da cui spuntano i mutandoni bianchi. Appeso al braccio destro un fagotto con tutti i suoi averi. La Mère, 1899, ha il viso giovane scavato dalle preoccupazioni che si indovinano nello sguardo spento. Dietro di lei, seduti al tavolino di un bistrot due uomini discutono con in mano un bicchiere di assenzio, la droga dei poveri. I colori sono cupi, densi, non lasciano spazio al pittoresco. L’unica macchia vivace il rosso in primo piano dell’abitino. Speranza per il piccolo di una vita migliore? Il naturalismo di Jules Adler...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.