closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Addio a Pietro Balla, il lavoro dell’anima di un alieno del cinema

Lutti. La scomparsa del regista torinese: i suoi film raccontavano i travagli sociali e quotidiani, la creatività come risorsa per far fronte alla realtà

Pietro Balla sul set de «Il corpo dell’amore» (2019)

Pietro Balla sul set de «Il corpo dell’amore» (2019)

Regista di documentari per cinema e tv, Pietro Balla se n’è andato all’improvviso giovedì scorso a 64 anni nella sua casa di Poirino, a pochi chilometri da Torino e da Pessione, dove aveva lavorato una vita come capostazione. Perché Balla teneva i piedi per terra e per questo l’ambiente del cinema lo guardava con rispetto e curiosità. I suoi film raccontavano con profonda sensibilità umana e sociale i travagli quotidiani, la creatività come risorsa per far fronte alla realtà, il rapporto con il lavoro in tutte le sue forme, dalle fabbriche di L’odore della gomma (2005) e Radio Singer (2009)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.