closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Addio a Gianni Ferrara

Gianni Ferrara

Gianni Ferrara

La sera di sabato 20 febbraio è morto a Roma Gianni Ferrara, era ricoverato da qualche giorno in clinica per una polmonite batterica. Gianni avrebbe compiuto tra poco 92 anni, era nato nell’aprile del 1929 in provincia di Caserta.

Da giovane vinse il concorso come assistente parlamentare della camera. In seguito ha insegnato diritto costituzionale nelle università di Genova, di Napoli e per trent’anni alla Sapienza di Roma.

È stato un maestro del diritto costituzionale e con lui si sono formate generazioni di allievi, molti di loro sono oggi tra i principali costituzionalisti italiani.

E’ stato anche parlamentare per due legislature, dal 1983 al 1992, prima deputato della Sinistra indipendente e poi del gruppo comunista.

Ha fondato e diretto la rivista online Costituzionalismo.it. Del manifesto è stato compagno, amico, sostenitore e prestigioso collaboratore.

Per sua volontà non ci saranno funerali. Aveva chiesto di essere ricordato solo come professore emerito della Sapienza e deputato della IX e X legislatura.

Lo piangiamo e lo ricorderemo martedì 22 sul giornale. Intanto dal nostro archivio proponiamo un articolo di Gaetano Azzariti in occasione del novantunesimo compleanno di Ferrara e l’ultima intervista di Gianni al nostro giornale raccolta nella sua casa romana in occasione del referendum sul taglio dei parlamentari.