closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Accordo sulla buona strada». Mattarella: non farò il notaio

Milano. Al Pirellone vertice Salvini-Di Maio sul programma. Dal contratto «scompare» il reddito di cittadinanza, restano invece flat tax e certezza della pena. Coperture, l’alt del Colle

La protesta dei centri sociali davanti al Pirellone; sotto il presidente Mattarella e la foto della riunione al Pirellone pubblicata su Instagram da Di Maio

La protesta dei centri sociali davanti al Pirellone; sotto il presidente Mattarella e la foto della riunione al Pirellone pubblicata su Instagram da Di Maio

Non solo la nomina del premier e quella dei ministri sono, a norma di Costituzione, prerogativa del capo dello Stato. Anche una parola determinante sulle leggi spetta a lui. Per lanciare un quanto mai esplicito monito ai partiti che si apprestano a formare un governo, Sergio Mattarella si affida alle parole e soprattutto all'esempio del padre della patria in persona, Luigi Einaudi, secondo presidente della Repubblica, il primo eletto dal Parlamento. Lo fa da Dogliani, in occasione del settantesimo anniversario dell'insediamento di Einaudi al Quirinale. Ma lo fa con il pensiero rivolto al Pirellone, dove Salvini e Di Maio stanno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi