closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Accoltella invocando Allah, psicosi jihadista in Germania

Stazione di Grafing. 27enne tedesco, forse in preda a un raptus, uccide una persone e ne ferisce altre tre

La polizia scientifica tedesca sulla banchina della stazione di Grafing, luogo dell'attentato

La polizia scientifica tedesca sulla banchina della stazione di Grafing, luogo dell'attentato

«Allahu Akbar». Per adesso resta l’unico, flebile, elemento per cucire la matrice islamista all’omicidio compiuto ieri alle 5 del mattino alla stazione ferroviaria di Grafing, 33 chilometri a ovest di Monaco di Baviera. A gridarlo sarebbe stato Paul H., 27 anni, tedesco, prima di accoltellare a morte un 50 enne originario di Wasserbung e ferire altre 3 persone (una delle quali risulta in pericolo di vita). Attualmente non è chiaro se l’aggressione sia avvenuta a bordo della carrozza di un treno regionale o sulla banchina dello scalo bavarese utilizzato per lo più dai pendolari. Ancora più incerto - fa sapere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi