closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Acciaierie di Piombino, ora è scontro aperto. Tutti contro Jindal

Aggrappati all'acciaio. Verso la proroga della cigs per i 1.500 addetti diretti dello stabilimento. Ma dopo l'ennesima riunione inconcludente, operai, sindacati metalmeccanici e amministrazione comunale dicono basta: "Trovare una alternativa al gruppo indiano, perché Jsw tiene in ostaggio il futuro dei piombinesi, usandolo come merce di scambio".

Operai delle Acciaierie in piazza

Operai delle Acciaierie in piazza

E' senza fine l'agonia della Acciaierie di Piombino, abbandonate a se stesse sia dal padrone Jindal Steel Italy che da un governo latitante (anche) sul piano nazionale della siderurgia, da mesi evocato dal ministro leghista Giorgetti ma a tutt'oggi lettera morta. L'unica notizia accettabile dell'ennesima giornata convulsa, fra tavoli sconvocati mentre le delegazioni sindacali erano già a Roma, e ripensamenti last minute per evitare ulteriori fibrillazioni, è quella della proroga della cigs per i circa 1.500 addetti diretti dello stabilimento. Una proroga comunque legata all'approvazione della legge di bilancio sul fronte degli ammortizzatori sociali nelle aree di crisi industriale complessa....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.