closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Accerchiati dalla retorica e dallo spreco

Olimpiadi Tokyo. Molte le diserzioni degli sponsor: si va dalla Toyota alla Panasonic, Fujtsu, Nippon, Nec e la birra Ashahi

Le Olimpiadi dello spreco e dell’inganno è un libro scritto da Ulrike Prokop della Scuola di Francoforte all’inizio degli anni ‘70 del secolo scorso. Il titolo si addice alle olimpiadi di Tokyo. Lo spreco: sono costate 16 miliardi di dollari rispetto ai 7,5 preventivati dopo l’assegnazione nel 2013. Da aggiungere 700 milioni di euro per i biglietti non venduti, visto che le gare saranno vietate al pubblico. L’inganno: ignorare il Covid in nome dei profitti. Un esempio: il Cio avrebbe perso 4 miliardi di dollari per i diritti tv, in caso di annullamento e 6 miliardi di dollari dagli sponsor....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.