closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sull’aborto il papa fa il papa: «È come affittare un sicario per risolvere un problema»

Papa Bergoglio. Quando affronta temi etici relativi a vita e famiglia - su questo, a differenza delle questioni sociali (migranti, disarmo, ambiente), le posizioni di Francesco sono in linea con quelle di Ratzinger e Wojtyla - , le parole di Bergoglio sono state spesso di grande durezza

Medici che praticano l’interruzione di gravidanza come «sicari» del mandante di un omicidio, ovvero le donne che decidono di abortire. È LA VIOLENTA IMMAGINE scelta da papa Francesco per la catechesi dell’udienza del mercoledì in piazza San Pietro, ieri, dedicata al comandamento «non uccidere». Dopo un’ampia introduzione il papa mette a fuoco l’obiettivo: l’aborto. «Un approccio contraddittorio consente la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti», afferma Francesco, puntando il dito contro le legislazioni che consentono l’interruzione volontaria di gravidanza, l’ultima approvata nella cattolicissima Irlanda, a maggio. «Ma come può essere terapeutico, civile...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.