closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Aborto, la Procura di El Salvador si accanisce contro Evelyn Hernández

Incubo giudiziario. Condannata a 30 anni di carcere per un presunto aborto post-stupro, poi assolta dopo 33 mesi in cella. E ora il ricorso: «Non c'è alcuna ragione per considerarla una vittima, l'unica vittima è suo figlio». La ragazza, oggi 21enne, ostaggio della disumana legge salvadoregna

Ciudad Delgado, El Salvador, 19 agosto 2019, l'emozione di Evelyn Hernández dopo la sentenza di assoluzione

Ciudad Delgado, El Salvador, 19 agosto 2019, l'emozione di Evelyn Hernández dopo la sentenza di assoluzione

Non sembra avere fine l'accanimento contro Evelyn Hernández, condannata nel 2016 a 30 anni di prigione con l'accusa di aver praticato un aborto in seguito a una violenza sessuale e poi assolta il 19 agosto dopo aver scontato già 33 mesi di carcere. La Procura generale di El Salvador, dove l’aborto è proibito senza alcuna eccezione, ha infatti deciso di presentare ricorso, obbligando la giovane, oggi 21enne, a rivivere il suo incubo per la terza volta. «Non c'è alcuna ragione per considerarla una vittima», ha dichiarato la Procura: «L'unica vittima è suo figlio». SALITO ALLA RIBALTA internazionale, il caso di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.