closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Abitare la porosità

Urbanistica. Le riflessioni e gli scritti di Bernardo Secchi su spazio, società e progetto raccolti di recente in un’antologia edita da Donzelli, «Il futuro si costruisce giorno per giorno». Dispersione caotica, città frattali, rivoluzione epistemologica della disciplina

Bernardo Secchi, Paola Viganò - Spazio pubblico a Antwerp (Belgio) 2004-2008

Bernardo Secchi, Paola Viganò - Spazio pubblico a Antwerp (Belgio) 2004-2008

Verso la metà degli anni Ottanta Carlo Olmo, nella prefazione a Il racconto urbanistico di Bernardo Secchi, rifletteva intorno alla «crisi profonda» della pratica urbanistica. In quel «libro piccolo che è stato un grande successo», come dirà molti anni dopo in una nota autobiografica lo stesso Secchi, già si ponevano le basi di quella «rivoluzione epistemologica» nel campo di una disciplina che mostrava ormai da tempo il suo evidente «distacco» nei confronti della società e la politica. Dalla fine degli anni Sessanta nel vecchio continente si arresta la crescita delle città causata dai flussi migratori che nei due secoli precedenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi