closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Abdulrazak Gurnah, la vita, nonostante tutto

Scrittori émigré. Intrecciando il canone occidentale con quello islamico, l'autore tanzaniano interroga l’ambiguità della condizione di rifugiato: «Sulla riva del mare», da La nave di Teseo

Suleiman,

Suleiman, "Zanzibar Time", 2013

«Sono un rifugiato, uno che cerca asilo. Queste non sono parole facili, anche se l’abitudine di sentirle le fa sembrare tali». Nei suoi dieci romanzi e nei suoi racconti Abdulrazak Gurnah, britannico originario di Zanzibar cui è andato lo scorso Nobel per la Letteratura, ha costruito intrecci e personaggi che rivelano la complessità di questa condizione esistenziale, stretta in una formula che rischia di farla apparire scontata. Atterrato a Londra proveniente da Zanzibar attorno alla metà degli anni novanta, il protagonista del suo sesto romanzo, Sulla riva del mare (traduzione di Alberto Cristofori, La nave di Teseo, pp. 382, €...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.