closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Abbas alza la voce: «Israele colpevole di genocidio»

Palestina. Il presidente dell'ANP annuncia l'adesione alla Corte Penale Internazionale. L'Egitto di Al-Sisi rifiuta di fare da mediatore. In Cisgiordania tensione altissima

Gli effetti dell'offensiva israeliana contro Gaza

Gli effetti dell'offensiva israeliana contro Gaza

Un genocidio. Quello in corso a Gaza è un crimine di guerra contro il popolo palestinese. Il presidente dell’Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas, alza la voce e muove il primo passo a livello internazionale per fermare l’offensiva israeliana contro la Striscia. Una decisione a lungo rimandata, l’adesione alle organizzazioni e ai trattati internazionali che permetterebbero al governo di Ramallah di trascinare quello di Tel Aviv davanti alla Corte Penale Internazionale per chiedere giustizia. Ora quel passo, lasciato in standby per non interrompere il debolissimo processo di pace avviato a luglio 2013, potrebbe essere compiuto. Ieri in una riunione con i vertici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi