closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

A Ventimiglia: «Se ci fermano in Libia troveremo un’altra via»

Arrestiamo umani. La vice sindaca della città ligure: «Noi lasciati soli, ma l’unica soluzione vera sarebbero corridoi umanitari»

il viadotto dove si accampano i migranti a Ventimiglia

il viadotto dove si accampano i migranti a Ventimiglia

Non sui green di un campo a diciotto buche, e men che meno con legni, ferri e pat. Bensì sotto il viadotto di Ventimiglia, costruito nel greto fiume Roya. È la sacca da golf che contiene la vita di Abu, un ragazzo sudanese di venti anni giunto nell’ultimo lembo di Liguria dopo un’odissea durata nove mesi. Differentemente dagli altri che si ammassano sotto questo tetto di cemento armato, lui, Abu, non si vuole liberare dal suo tesoro fatto di stracci e scarpe. I suoi amici, quasi tutti sudanesi, come unico bagaglio hanno un foglietto di un’avenue parigina, numero venti: poi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.