closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A Tora c’è l’inferno, all’Europarlamento l’embargo per al-Sisi

Egitto. Oggi alle 13 il voto sulla risoluzione più coraggiosa che chiede sanzioni e stop alla vendita di armi al regime. Rapporto di Human Rights Watch: nella sezione Scorpion del carcere per detenuti politici tolti anche i sistemi d’aerazione e l'elettricità

Il carcere egiziano di Tora

Il carcere egiziano di Tora

È previsto per oggi alle 13 il voto dell’Europarlamento sulla risoluzione sul deterioramento della situazione dei diritti umani in Egitto, sostenuta da S&D, Renew, Verdi e GUE. In mattinata si voteranno singoli paragrafi come richiesto dai popolari e dalla destra (che ieri in aula citava la presunta protezione dei cristiani copti come punto a favore del presidente al-Sisi). PERCHÉ L’UNANIMITÀ sulla risoluzione più avanzata mai votata dai parlamentari europei sull’Egitto non c’è. Stavolta non si tratta di semplice condanna degli abusi né solo di richiesta di giustizia per Giulio Regeni. Stavolta, accanto ai due casi, quello del ricercatore italiano e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi