closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A Teheran lo scontro con gli Usa rafforza i pasdaran: «Chiuderemo Hormuz»

Repubblica Islamica. Con i suoi attacchi Washington punta sul cambio di regime. Ma se in passato gli iraniani chiedevano maggiori diritti, oggi protestano per la corruzione, il ritardo dei salari, la svalutazioe del rial

Il premier iraniano Rohani

Il premier iraniano Rohani

«Non è la prima volta che le autorità iraniane minacciano di chiudere lo Stretto di Hormuz. E non è detto siano in grado di farlo, perché nel Golfo persico c’è una massiccia presenza militare americana. E poi gli iraniani sarebbero i primi a risentirne, perché da lì transitano anche petrolio e merci della Repubblica islamica». Docente all’Università di Exeter e autore del saggio Iran Rivoluzionario (Libreria Editrice Goriziana ), Michael Axworthy commenta così le minacce del leader supremo iraniano Ali Khamenei di chiudere lo Stretto di Hormuz nel caso in cui Washington dovesse imporre l’embargo sull’oro nero iraniano. Dallo Stretto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi