closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

A Scia 131 si coltiva la comunità

Movimenti. Duemila metri quadrati di orti urbani in terreni abbandonati della periferia nord di Torino. Il progetto dell’associazione San Tourin per aggregare i giovani attorno al rapporto con la natura

Un reticolo verde, abbandonato tra i palazzi della periferia di Torino, è diventato un orto urbano. Soprattutto è uno spazio dove si «coltiva» comunità. Ci troviamo in Borgo Vittoria, Torino Nord, tra Barriera di Milano e le Vallette; qui, in via Sospello, ha sede il progetto Scia 131, che - gestito dall’associazione San Tourin - ha riqualificato un’area verde inutilizzata per restituirla alla cittadinanza, con particolare attenzione al coinvolgimento dei giovani. «Perché l’orticoltura, oltre a dare risalto a tematiche fondamentali, come quelle dell’ambiente e dell’alimentazione, può essere uno strumento per costruire relazioni, uno spazio di parola con e per i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi