closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

A rischio i nuovi aiuti alla Grecia, l’alleggerimento del debito resta vago

Accordo all'Eurogruppo. Nuova tranche da 8,5 miliardi. Ma pesa l’inchiesta su i tre funzionari alle privatizzazioni (uno sloveno, un italiano e uno spagnolo) al vaglio della giustizia di Atene

Il primo ministro greco Alexis Tsipras

Il primo ministro greco Alexis Tsipras

Un piccolo passo avanti e una prevedibile delusione dovuta allo strapotere tedesco. È questa la sintesi dell’accordo raggiunto all’Eurogruppo di giovedì sulla Grecia. Si è deciso di dare il via libera a una nuova tranche di aiuti ad Atene da 8,5 miliardi euro, ma non sono stati assunti impegni precisi sull’annosa questione di un alleggerimento del debito. Le misure concrete, verranno stabilite solo alla fine del programma di sostegno, nell’estate del prossimo anno. E, adesso, l’interrogativo maggiore è se la Grecia potrà essere inserita nel Qe della Banca Centrale Europea, cosa che appare alquanto complessa. Come se non bastasse allo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.