closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A quattro mesi dalle elezioni «unitarie», la Libia è ancora spaccata a metà

Nord Africa. Est e ovest non si accordano sul bilancio né sulle regole del voto. Mentre continuano i massacri di civili e il ritrovamento di fosse comuni. Unica nota positiva: l'istituzione di una forza militare congiunta a protezione delle risorse idriche

Il premier libico Dabaiba

Il premier libico Dabaiba

La confusione regna sovrana in Libia a quattro mesi dalla data fissata per le elezioni parlamentari e presidenziali. Il Governo di unità nazionale libico (Gnu) – l’esecutivo a interim nato a marzo con il sostegno della comunità internazionale – è ancora in attesa dell’approvazione della legge di bilancio per l’anno 2021 da parte della Camera dei rappresentanti di Tobruk (est Libia) per alcune divergenze sulle voci di bilancio presentate dal governo. La situazione è tesa: il presidente del parlamento di Tobruk, Aguila Saleh, ha minacciato il premier Dabaiba di ritirare la fiducia al Gnu se il primo ministro non spiegherà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.