closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Europa

A Praga in diecimila chiedono le dimissioni di Andrej Babiš

Nell'anniversario della Rivoluzione di Velluto. I manifestanti vorrebbero che il premier lasciasse il potere per uno scandalo, che lo vede da tempo sotto indagine, legato ad una presunta truffa nell'utilizzo dei fondi europei da parte di un'azienda che controlla insieme ai suoi famigliari

«Dimissioni»: la parola maggiormente scandita dal corteo di più di 10mila persone, che ha attraversato ieri Praga in occasione dell’anniversario della Rivoluzione di Velluto. A DOVERSI DIMETTERE secondo le migliaia di manifestanti è il premier ceco Andrej Babiš colpito questa settimana da un nuovo scandalo. Secondo quanto rivelato dalla testata web, Seznamzpravy, il figlio primogenito del premier, Andrej Babiš junior, presentato come «schizofrenico», sarebbe stato trascinato in Crimea da un collaboratore russo del padre, che aveva il compito di vigilare su di lui. Come è stato confermato dal diretto interessato, Babiš junior sarebbe poi riuscito ad allertare via e-mail la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi