closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A Piazza della Dignità riparte la protesta in Cile

Torna anche la repressione. L’idea-forza di un movimento ampio e variegato resta quella che Piñera se ne deve andare

In Cile non si ferma la protesta. Se qualcuno pensava, o temeva, che il referendum costituzionale, stravinto un mese fa, avrebbe rallentato le mobilitazioni ha avuto la sua risposta questa settimana: mercoledì e venerdì «Plaza de la Dignidad» è tornata a popolarsi come capita con ricorrenza dal 19 ottobre 2019. E con le manifestazioni sono riprese le violenze delle forze di polizia. Una delle idea-forza che spinge numeri considerevoli di cileni a manifestare è quella che il presidente Piñera se ne vada. L'onda peruviana con tre presidenti in sette giorni ha dato una nuova energia ai movimenti locali. Oltre alle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi