closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A Piazza della Dignità riparte la protesta in Cile

Torna anche la repressione. L’idea-forza di un movimento ampio e variegato resta quella che Piñera se ne deve andare

In Cile non si ferma la protesta. Se qualcuno pensava, o temeva, che il referendum costituzionale, stravinto un mese fa, avrebbe rallentato le mobilitazioni ha avuto la sua risposta questa settimana: mercoledì e venerdì «Plaza de la Dignidad» è tornata a popolarsi come capita con ricorrenza dal 19 ottobre 2019. E con le manifestazioni sono riprese le violenze delle forze di polizia. Una delle idea-forza che spinge numeri considerevoli di cileni a manifestare è quella che il presidente Piñera se ne vada. L'onda peruviana con tre presidenti in sette giorni ha dato una nuova energia ai movimenti locali. Oltre alle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.