closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

A Milano il sistema tamponi è nel caos, code di ore davanti a farmacie e ospedali

Lombardia. Con +32.696 nuovi casi è la regione più colpita, rischio impennata a gennaio. Mentre le otto nuove linee per i test e il potenziamento sulla rete promesso da Moratti non si è ancora visto e difficilmente riuscirà a essere operativo entro la fine della settimana

Milano, in fila per il tampone

Milano, in fila per il tampone

Ancora un dato allarmante in Lombardia: +32.696 nuovi casi. Con 209.685 tamponi processati il tasso di positività arriva al 15,5%. Milano resta la provincia più colpita, con oltre 5.000 casi solo in città. Seguono Monza e Brianza (3.388), Brescia (2.757) e Bergamo (2.466). Virologi ed epidemiologi pensano a un ulteriore impennata a gennaio, quando la regione potrebbe sfiorare i 50mila casi al giorno, il che vorrebbe dire raddoppiare il numero di ospedalizzati fino a 3.500 con una nuova conversione dei reparti non Covid in reparti Covid. Ma per il consulente regionale all’emergenza, Guido Bertolaso, «il sistema sta reggendo bene nonostante...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.